I’ve just made the same mistake, again.

E ti ritrovi lì, attonito, immobile,

estraniato da ogni forza di reagire.

Si muove la sua mano sul corpo

disegnando qualcosa, estirpato

dai pensieri che la mente oppone.

 

Un movimento lento

delinea gli incavi di esso…

Quel corpo che reagisce

con un brivido di pelle,

allo schioccar di respiri.

 

Quella voglia di appartenersi,

di completarsi, con la troppa paura di farlo.

la magia prende il sopravvento

ritrovandosi nel non luogo degli amanti silenziosi.

 

Un abbraccio muto, caldo, ingenuo.

Una lacrima riga il viso,

facendosi strada tra molecole di pelle.

 

Ed eccolo! Nuovamente tuo, quel bacio…

Quello sfiorarsi di labbra e pensieri all’unisono.

Silenzio.

Un misto di estasi e pace.

 

La consapevolezza del trascorrere

inesorabile dei minuti, delineando la fine.

Quella lingua calda ti avvolge,

coprendo i battiti e nuovamente

ci si ritrova ad osare, peccare, errare.

 

Assapori quella culminante parte di pelle

designandone l’addio.

 

19.10.2010

Annunci

~ di timpirinad su 2 novembre 2010.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: